addobbi-floreali

Addobbi Floreali Matrimonio di Angelica Ninfea Eventi

addobbi floreali matrimonio: sala del ricevimento, aree buffet, tavolo torta e bomboniere

Alla location, l’addobbo floreale interessa la sala del ricevimento ma anche le aree buffet e il tavolo torta e bomboniere. Qui ti indico in breve le caratteristiche di alcuni degli addobbi floreali per nozze più di tendenza in questi ultimi anni. 5 consigli utili:

  1- preferire fiori di stagione

  2- contestualizzare gli addobbi nel rispetto dello stile del luogo dove va collocato

  3- addobbo bello non è necessariamente sinonimo di fastoso. Anche nella semplicità risiede la bellezza. Less is more

  4- il bouquet può prevedere fiori diversi da quelli usati per gli addobbi. Va scelto sulla base dell’abito e della silhouette della sposa

  5- prima di scegliere gli addobbi è importante effettuare un sopralluogo per conoscere in anticipo se sussistono divieti o regole particolari.

addobbi-floreali

 

Addobbi floreali country chic

Adatto a chiese di piccole dimensioni, ad una navata e in stile semplice, prive di lavorazioni barocche, capitelli e decorazioni opulente. Per la location, questo tipo di addobbo floreale si sposa particolarmente bene con casali, strutture in pietra con ampi giardini, agriturismi, masserie. I materiali che si adattano ad un addobbo di tal fatta sono il legno, lo zinco, la latta, la ceramica colorata, il vimini, la cesteria in generale, la rafia, le stoffe naturali come juta, lino e canapa, il gros grain, corda, spago e, se ben trattato, anche il vetro in particolare di contenitori in stile tipo damigiane, vasetti per conserve, bottigline di varia forma e dimensione.

I fiori più adatti saranno sicuramente quelli a corolla circolare o sferica come dalie, garofani, sancarlini, camomilla, lisianthus ma anche rose, soprattutto nella versione “a grappolo”. L’idea in più è quella di abbinare ai fiori tanto verde naturale come, ad esempio, l’eucalipto e le aromatiche: rosmarino, salvia, origano e simile. Immancabile la lavanda. La palette dei colori è quella dei toni pastello, mixati tra di loro a comporre una sorta di arcobaleno.

Addobbi floreali greenery

Il greenery è stato il colore dell’anno 2017 ma sono convinta che la tendenza “verde” influenzerà molti matrimoni. Lo dice la parola stessa: si tratta di un addobbo floreale dove il verde nelle sue mille meravigliose sfumature la fa da protagonista non solo come colore ma come materiale: le foglie diventano bouquet, segnaposto, centrotavola. Fortemente in stile le piante grasse con le quali è possibile realizzare meravigliosi e particolari bouquet da sposa e bottoniere. In cassette di legno diventano anche centrotavola per location rustiche; poggiate in fila, invece, su un letto di sassi bianchi, si trasformano in una decorazione per la tavola adatta anche a location minimal.

Afferiscono a questo stile anche elementi non floreali in verde come frutta e ortaggi, pensa alle mele varietà granny smith o ai peperoni verdi. Ma se l’idea di solo verde non ti convince e vorresti comunque dei fiori, sappi che in natura esistono fiori di questo colore come le ortensie, i sancarlini e alcune varietà di rose. Se invece vuoi “staccare nettamente”, abbina al tuo addobbo floreale greenery fiori bianchi: il colpo d’occhio sarà di grande effetto. Importante a questo punto sarà il dosaggio degli elementi, ma questo è compito del tuo fiorista di fiducia.

Addobbi floreali minimal

Minimal è eleganza, essenzialità. Parafrasando il famosissimo architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe <Less is more>. Attenzione però: minimal non è semplice, perchè per garantire un perfetto equilibrio e togliere il superfluo è necessaria competenza e professionalità. L’addobbo minimal si realizza usando soprattutto materiali trasparenti, preferibilmente vetri e plexiglass e specchi. Pochi fronzoli, orpelli e lavorazioni elaborate, per dare spazio alla pulizia e alla immediata riconoscibilità delle linee; per concentrarsi sul sentimento e le emozioni del giorno di festa.

Le forme saranno soprattutto squadrate e i fiori monocromatici, con preferenza particolare accordata soprattutto ai bianchi: calle in primis, che hanno uno stelo pulito e un calice dalla forma essenziale. Di forte impatto anche il contrasto black & white. In questo stile sono fondamentali anche le luci: si alle candele ma ancor meglio luci a led ad illuminare, ad esempio, i tavoli o i buffet e, soprattutto, la wedding cake. Le location più indicate per questo stile sono strutture essenzialmente chiare o bianche, squadrate, con grandi giardini a prato inglese in modo che il verde spicchi sul total white dell’architettura. Gli interni presenteranno poche decorazioni  ed elementi di design studiati a hoc.

Addobbi floreali vintage

Da qualche anno a questa parte il recupero e la valorizzazione di pezzi del passato è ormai il trend assoluto. In tema di addobbo floreale l’interpretazione del vintage è soggetta molto alla interpretazione personale dell’allestitore perchè spesso lo si è visto mischiato allo shabby. Di base realizzare un addobbi vintage significa ricorrere all’utilizzo di supporti ed elementi decorativi del passato ma anche di culto: pensa alle scatole in latta dei biscotti, ai vinili, alle valigie anni ’50, alle biciclette, all’argenteria, alle cornici, alle macchine fotografiche e alle bottiglie per i distillati, col classico vetro a losanghe e il tappo sferico. E’ un lavoro che richiede ricerca e competenza ma se ben fatto darà ottimi risultati.

Il mio consiglio in questo caso è di scegliere per la location centrotavola tutti differenti fra loro, realizzati mixando fiori ad elementi in stile. Sbizzarrisciti con i complementi di nozze come tableau mariage, guestbook e photoboot, che potranno essere perfettamente in tema ricorrendo, ad esempio, all’idea delle vecchie chiavi alle quali applicare i nomi dei tavoli o alle vecchie cartine geografiche color seppia. Un evergreen vintage? Le foto di famiglia. Possono diventare un bel tableau mariage e anche completare i centrotavola. Se invece del vintage ti piace l’inclinazione British, fondamentali saranno i toni pastello, i motivi floreali e, ovviamente, set di tazzine e piattini a ricordare l’ora del tea!

Tendenze addobbi floreali particolari e specifici

Accenniamo alle Tendenze per gli addobbi floreali:

  • geometrico

  • naturale

  • opulento

Addobbi floreali in stile geometrico prevedono l’essenzialità, il minimalismo, la pulizia di linee e forme. Questo tipo di addobbo floreale viene mixato a contenitori e lanterne dalle forme solide squadrate, in rame e vetro.

Addobbi floreali naturali prediligono composizioni che sembrano spontanee, non rigide, dalle linee morbide e dall’uso di verdi naturali dai toni non brillanti, soprattutto eucalipto. Rispondono allo stile boho-chic ed eco. Protagoniste di questo stile anche le piante grasse, che vanno a mixarsi con i fiori a corolla circolare o sferica.

Addobbi floreali opulenti rispondono alla tendenza gold: composizioni ricche, poste su strutture che ricordano il Barocco. Linee cascanti e abbondanti, colori forti soprattutto nei toni del magenta fino ad arrivare ai viola. Ultra Violet è il colore del’anno 2018


Addobbi floreali fai da te – Tanti consigli sul nostro canale YouTube-Clicca QUI

Addobbi floreali matrimonio quanto costa? prezzi – Richiedi un preventivo gratuito e senza impegno Contattami con Whatsapp, Messenger, Mail o Telefonando – Clicca sull’icona arancione che trovi sulla destra dello schermo Ti Aspetto 🙂

allestimento-floreale-allestimenti-floreali

Allestimenti Floreali

Allestimenti Floreali

Allestimenti Floreali – Fiori matrimonio o Addobbi Floreali

Addobbi floreali, sono l’insieme delle composizioni floreali che decorano un evento. Vengono utilizzati per matrimoni, Prime Comunioni, battesimi, feste di laurea. Stiamo parlando di allestimenti floreali. I due termini sono diventati sinonimi ed oggi il primo viene usato meno perché considerato “vecchio”. Gli addobbi floreali interessano tutti i luoghi della festa. Parlando di matrimonio, si possono realizzare in chiesa, al ristorante, a casa degli sposi.

Nel giorno del tuo matrimonio restano foto e video a testimonianza anche delle decorazioni scelte per il giorno del Tuo Si. Ecco perché, per la scelta dell’addobbo floreale del matrimonio affidati a dei professionisti, in grado di creare l’atmosfera giusta, di scegliere i colori che più esaltano la location, di rendere il tutto impeccabile! Per questo motivo Ti fornisco una sintetica guida per la scelta dei fiori e degli addobbi floreali per il matrimonio. Distinguiamo quelli per la chiesa, quelli per il ricevimento, per l’auto degli sposi, per la sposa, per le damigelle, per lo sposo, per la location. Come scegliere i fiori giusti? Contattami per conoscere prezzi e cosa include il mio servizio: fiori, bouquet, centrotavola, portafedi, polsiere floreali, coroncine, bouttoniere, decorazioni floreali, accessori, tutto handmade. Ti aiuterò nella scelta dei fiori per il giorno del tuo matrimonio puntando su sensazioni, sentimenti, stile e personalità.

Qual è il tuo fiore preferito? La scelta è vastissima e spazia dai fiori per matrimonio particolari a fiori rari ma spettacolari! Rose rosse, peonie, lillà, gardenie, mughetto, bocche di leone, bucaneve, biancospino, camelie, ortensie, garofani, dalie, tulipani e tanti altri meno conosciuti e gettonati ma altrettanto belli. Leggi gli articoli nel blog e Scopri le tante varietà floreali, il loro significato e come utilizzarli al meglio. Un’attenzione particolare nella fase di sviluppo del progetto di allestimento sarà riservata al Bouquet della sposa. Oggi la maggior parte delle spose pensa anche al Bouquet da lanciare, cioè un secondo bouquet  che diventa protagonista di un momento di felicità, un’emozione da condividere con tutte le tue amiche nubili. Il bouquet è anche tra i regali più apprezzati e diffusi. Se devi regalare un bouquet per un giorno speciale rivolgiti a me e ti proporrò tante idee esclusive di bouquet di fiori per il matrimonio.

Wedding Planner – Storia e curiosità

Un dato è certo: soprattutto grazie al mezzo televisivo, in Italia si è diffusa la concezione del Wedding Planner. Ma così come la Tv ha aiutato la nostra categoria professionale, allo stesso modo, spesso, finisce per creare false credenze. Un esempio? In una puntata della celebre serie Rai “Don Matteo 8” (3 novembre 2011) si parla del matrimonio di uno dei protagonisti. Per organizzarlo viene interpellato un Wedding Planner il quale pare essere lì solo per depredare i clienti di 5000 euro senza fornire praticamente alcun servizio. Il suo unico intervento concerne la wedding cake e si risolve nel “consigliare” al povero papà della sposa la torta più costosa del catalogo. Senza parlare, poi, dello studio del personaggio della madre dello sposo che a tutti i costi “impone” il wedding planner al resto degli interessati mostrandosi, verso questi, spocchiosa e snob e creando così l’eguaglianza: atteggiamento altezzoso = necessità dell’ausilio dell’organizzatore di nozze. Questa rappresentazione mi ha particolarmente infastidito. Ovviamente parlo per me, per la mia esperienza, senza avere la pretesa di trasformarmi in portavoce di altri. Sicuramente la figura dell’organizzatore di matrimoni non ha un solo volto in Italia.

La professione del Wedding Planner nasce negli Usa. Si occupa principalmente della consulenza di nozze “in toto”: dalla burocrazia alla luna di miele. Ciò è possibile perché l’organizzatore di nozze nella cultura statunitense è ritenuto quasi indispensabile, al pari del ristoratore. In Italia, invece, ogni WP ha improntato la propria attività secondo criteri che ha ritenuto meglio spendibili nel proprio territorio di riferimento: c’è chi, in prima persona, si occupa della sola consulenza e della regia dell’evento coordinando i vari fornitori interessati e chi, oltre a questo, cura direttamente una parte o tutti gli allestimenti e la realizzazione dei complementi (partecipazioni, coni riso, confettata, sweet table, tableau mariage). Anche i costi variano moltissimo da agenzia ad agenzia. Questo perché non esiste un listino generale a cui la professione fa riferimento.
Ninfea Eventi nasce per mia volontà nel 2008 e dal suo primo vagito ha deciso di non ricaricare i prezzi praticati dai fornitori di mia fiducia poiché accordi commerciali stipulati con questi mi permettono di offrire gli stessi servizi senza alcuna variazione “al rialzo” (è possibile, anzi, avere uno sconto!). L’impegno economico relativo alla consulenza di Ninfea Eventi, invece, è funzionale e proporzionato al servizio richiesto. Sopralluoghi e preventivi sono assolutamente gratuiti e non impegnativi. Il Wp nasce come una professione nel mercato del lusso ma io ho scelto di fare in modo che il servizio diventi alla portata di tutti, attestandomi sul rispetto del budget del cliente, offrendogli la migliore qualità possibile rispetto alle proprie capacità di pagamento. E’ inutile sottolineare che a grandi possibilità economiche corrispondono altrettanto enormi possibilità di sbizzarrirmi negli abbellimenti, nei noleggi, negli spettacoli poiché tanto vale in ogni settore merceologico. E’ bene, quindi, non farsi influenzare da un messaggio televisivo che tende a far passare la figura del Wedding Planner come un “accessorio per ricchi”, perché è possibile costruire situazioni davvero attraenti e interessanti anche con investimenti minori e affidandosi a chi, come me, si sforza di realizzare un prodotto originale sempre e per ognuno dei propri clienti senza discriminare a monte sulla base del portafogli.
allestimento floreale allestimenti floreali

allestimento floreale allestimenti floreali tema danza prima comunione